martedì 19 ottobre 2010

LA VOLPE E L'UVA

La Caldora Immobiliare Costruzioni ha dato mandato al suo avvocato di diffidare l'ASD Caldora Calcio Pescara ad usare loghi e simboli riconducibili all'immobiliare stessa, inoltre a provvedere a rimuovere gli stessi da tutto il materiale della società sportiva. Ha intimato di restituire il furgone dato a titolo di sponsorizzazione della squadra negli anni scorsi, con stampe e materiali costati fior di euri; dulcis in fundo l'invito a dare inizio alle pratiche di cambio della denominazione dell'ASD Caldora Calcio Pescara (data di fondazione 1989).
Purtroppo la storia dei rampolli Caldora è sotto gli occhi di tutti, hanno cercato nelle stagioni dal 2007 al 2009 l'avventura nella società ASD Caldora, andata a finire con l'estromissione dallo staff dirigenziale dei soci Caldora e dei suoi fedelissimi da parte del presidente Derno Iannetti, gestioni pagate a caro prezzo, con spese folli e gestioni dissennate che hanno portato la società sull'orlo del fallimento, con la famiglia Iannetti che è stata costretta a ripianare debiti per oltre 30.000 euro. Successivamente hanno tentato l'avventura nel Pescara Calcio con gli esiti che tutti conosciamo; oggi forse sono terminati i propositi costruttivi e si comincia con quelli distruttivi di chi ha avuto maggior fortuna nel mondo del pallone. I legali daranno il loro giudizio, quello etico-morale è riservato agli sportivi. Speriamo solamente che nel fare informazione su quanto avviene nel nostro ambiente non mi tocchi ricevere qualche querela volante, anche perché io a differenza del presidente Iannetti non ho un'avvocato a mia disposizione H24! 

2 commenti:

Anonimo ha detto...

......... morè è finita la pacchia .... e come hai detto di un'altra società poco tempo fà ..... SI INIZIANO A VEDERE I TITOLI DI CODA .....AHAHAHAHAHAH prima o poi tocca a tutti

Unknown ha detto...

chi vivrà vedrà...