mercoledì 25 dicembre 2013

IPSE DIXIT

Al termine della fase invernale del campionato regionale ripropongo in calce i pronostici fatti il 25 novembre. Rileggendo bene sembra che al netto delle follie casalinghe negli allievi della Bacigalupo, che ha bissato la clamorosa battuta d'arresto subita a Cupello e nei giovanissimi della sorprendente debacle casalinga della Giovanile Chieti contro il modesto Fossacesia, i pronostici erano tutti azzeccati.

La fase autunnale ha regalato a me 2 piccole soddisfazioni, la prima in casa D'Annunzio sono felice che i ragazzi hanno potuto beneficiare, come promesso loro, del grande e faticoso lavoro fatto in estate, infatti i biancorossi nei secondi tempi e nei finali di gara sono riusciti a fare la gran parte dei punti, questo il dettaglio 

da 3-4 a 5-4 contro l'Arabona nel secondo tempo

il pareggio per 1-1 a montesilvano acciuffato a 2' dal termine

il gol vittoria del 2-1 a Sant'Anna arrivato a 8' dal termine

nel secondo tempo è arrivata la vittoria 0-1 con la Caldora

la rimonta 1-1 a chieti col River

la rimonta da 1-2 a 3-2 sul Lauretum completata nei minuti finali

infine anche il colpaccio decisivo a Cupello è arrivato nella 2° frazione

Segno che il lavoro paga, soprattutto quello atletico, ora un ultimo sforzo ed il sogno dei ragazzi della D'Annunzio sarà realtà. 

Dalle parti di Zanni però è arrivata la risposta più importante, l'addio consumatosi tra qualche critica mossami dalla società nerazzurra e qualche polemica del sottoscritto ha dato il seguente esito:

L'anno scorso la Caldora 97' privata di Carrieri, De Thomasis, Berardi, Ciarcelluti, Persichitti, Lo Iacono, De Leonardis e Morini, aggregati alla RC Angolana 96', aveva totalizzato 24 punti al termine del girone d'andata.

Quest'anno la Caldora 98', fresca campione regionale giovanissimi, rinforzata con l'innesto del capocannoniere del Poggio Sow e altri ottimi ragazzi è arrivata a 21 punti, un vecchio detto era "a pensar male si fa peccato, ma molte volte si azzecca!"

POST DEL 25 NOVEMBRE - mesdames et messieurs le jeux sont fait!


Siamo a quattro giornate dal termine ma a guardar bene classifica e calendario i giochi sono fatti in quasi tutti i quattro campionati regionali, ecco i giudizi a nostro avviso:

ALLIEVI: 

Girone A: Le ultime quattro gare saranno praticamente una passerella per Marsica, RC Angolana, Amiternina ed anche Celano, oramai virtualmente promosse. Le sconfitte inattese del San Nicolò e del Pineto sembrano aprire la strada per la qualificazione anche al Cologna che però ha il calendario contro, in sequenza affronterà Sulmona (fuori), Marsica (casa), Angolana (fuori) e Pineto (Casa), non proprio delle passeggiate, se non riuscirà a ricavarne almeno 5 punti ci potrebbero essere grosse sorprese finali.

Girone B: Anche in questo girone sembra oramai tutto deciso, G. Chieti, Poggio Ulivi e River hanno virtualmente guadato il fiume e si dovranno solo preparare le finali, la Bacigalupo è quinta in classifica con soli 2 punti di vantaggio sulle inseguitrici ma un calendario molto agevole, Cupello (fuori), San Salvo (dentro), Miglianico (fuori), Virtus (dentro). Per il Lauretum è quasi fatta, i 4 punti di vantaggio e la gara casalinga da recuperare con la Caldora la mettono al riparo da sorprese.

GIOVANISSIMI:

Girone A: Qui la matassa sembra un po più difficile da dirimere ma ci proviamo lo stesso. Con RC Angolana e Pineto praticamente già qualificate troviamo altre 5 squadre nel giro di 2 punti, guardando il calendario ecco qual'è la situazione, il Celano ha praticamente la qualificazione in tasca ed alla fine non si lascerà scappare la qualificazione, la Flacco ha una squadra troppo superiore alle altre e due punti di vantaggio, malgrado gli scivoloni inattesi proprio a Cologna ha dimostrato che si è ripresa e porterà a casa la qualificazione. L'ultimo posto? Il Giulianova sembra cotto, il Cologna contro la Flacco ha fallito il match point qualificazione, allora avessimo 1 euro da scommettere lo faremmo sull'Olimpia Sulmona, Magliano (fuori), Flacco (casa), Marsica (Fuori), Cologna (Casa)
questo è il calendario, difficile ma non impossibile.

Girone B: Anche qui situazione poco fluida e molto incerta, considerando Poggio, Pescara e Bacigalupo qualificate restano ancora due posti da assegnare. Sono ancora in corsa V. Vasto, River, Penne, G. Chieti e D'Annunzio, tutto verrà deciso dagli scontri diretti ancora in programma, G. Chieti - Vasto, Pescara - River, Vasto - Penne, Penne - Pescara quindi non è ancora facile fare un pronostico. Sempre a livello di scommessa possiamo dire che il calendario favorisce la G. Chieti che non dovrebbe fallire l'accesso alle finali, per l'altro posto a livello di sensazione alla fine dovrebbe andare appannaggio della Virtus Vasto.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

con l'arabona 5-4, non 4-3

antonio rossi ha detto...

esatto, grazie!

Anonimo ha detto...

Auguroni Colaiocco! Che ti avevo scritto in tempi non sospetti?
Portare le borracce ed essere gentili coi dirigenti che contano, è una cosa, allenare una piccola ferrari regionale è un'altra....
Come a scuola, c'era sempre il lecchino della maestra, solo che stavolta lo hanno promosso da bidello nell'istituto superiore a professore nell'altro più piccolo.(con tutto il rispetto per i bidelli veri, ovviamente)

Anonimo ha detto...

bravo mister non ne sbagli una davvero!!!

Anonimo ha detto...

Caro Mister lei a scrivere e' molto bravo ma secondo me farebbe meglio a farsi un bel bagno di umilta' e chiedersi come mai e' stato mandato via da due squadre di puro settore giovanile in appena 6 mesi

Anonimo ha detto...

Caro mister lei scrivere e bravo ma secondo me dovrebbe farsi un bagno di umiltà e chiedersi come mai é stato mandato via da due squadre in appena 6 mesi..

antonio rossi ha detto...

non 6 mesi, ma 4 mesi. Purtroppo poi nel calcio contano solo i numeri ed i risultati.

Anonimo ha detto...

Accade di rado che un mister cambi 2 squadre in 4 mesi!
Così come di rado troviamo allenatori seri e dignitosi, come il Prof.Colaiocco a Pescara o il competente Solfanelli a Chieti ma l'elenco potrebbe allungarsi.., che non si piegano a 90 °gradi per far giocare figli e nipoti di presidenti o faccendieri. Con allenatori di questo stampo, i ragazzi che meritano vengono fuori. Questa si chiama serietà professionale, una caratteristica individuale che farebbe la fortuna di molte società, a patto di accettare la meritocrazia.
Nessun mister lascerebbe in panca un fenomeno, quindi, se Moreno ha lasciato nel tempo qualcuno "a riflettere" in tribuna o in panchina, sicuramente non era Cristiano Ronaldo o Leo Messi. Ed ha fatto bene, perchè ha fatto giocare il calciatore che meritava, a prescindere dalla Chempions Legue, si scrive così mister?

antonio rossi ha detto...

come si scrive chempions non lo so ma di per certo so che anche Leo Messi e Ronaldo sono cresciuti attraverso panchine e tribune al momento giusto e quando serviva motivarli