domenica 6 settembre 2009

10° torneo CUPIDO - Allievi 93-94


Gli allievi della Caldora - Finalisti


Poggio d. Ulivi - Pescara-

Poggio d. Ulivi - River 65'



Gli allievi della G. Chieti


Il Lanciano campione del 10° torneo Cupido


Nella foto l'indimenticabile presidente Carmine Cupido


Anche questa settimana ricco programma di calcio giovanile, la Caldora Calcio Pescara, dopo la storica rassegna dedicata agli esordienti, è lieta di presentare il torneo dedicato alla memoria di Carmine Cupido, il torneo è riservato alla categoria allievi e finalmente vede ai nastri di partenza società ai vertici dei calcio regionale e di sicuro prestigio. Il torneo si svolgerà con questa modalità, le 6 squadre si affronteranno suddivise in due gironi all'italiana, le prime due disputeranno la semifinale, le perdenti faranno la finale 3°&4° posto, mentre le vincitrici delle semifinali disputeranno la finalissima per la conquista del 10° torneo Carmine e Micuccio Cupido. Questi sono i gironi ed il calendario:

Gironi e calendario

GIRONE A

Caldora Calcio
Lanciano Calcio
Giovanile Chieti

GIRONE B

Pescara Calcio
River 65'
RC Angolana

CALENDARIO

Lunedì 8 settembre

ore 16:00 - Caldora - Lanciano - 2-4
La Caldora le prova tutte e cerca di contrastare gli allievi nazionali del blasonato Lanciano, i locali sembrano troppo fragili in difesa e subiscono 2 gol nei primi 5 minuti di gara, successivamente rientrano con orgoglio in partita fino al 2-3, ma il quarto gol del Lanciano a metà ripresa chiude definitivamente il discorso.
ore 17:30 - Pescara - River 65' - 0-3
Troppa la differenza fisico atletica tra le due squadre, i teatini si aggiudicano con un netto 3-0 i tre punti in palio e si candidano come favorita alla vittoria del girone.

Martedì 9 settembre

ore 16:00 - Lanciano - G. Chieti - 4-1
Partita dai due volti, nel primo tempo i teatini riescono ad imbrigliare i frentani e chiudere la prima frazione sul vantaggio, nel secondo tempo un Lanciano più determinato ed esperto ribalta il risultato chiudendo sul 4-1 e classificandosi al primo posto attende le semifinali di giovedì.
ore 17:30 - River 65' - RC Poggio D. Ulivi - 1-2
Clamorosa sorpresa nella seconda partita dove il River 65', sazio della vittoria sul Pescara, si lascia sorprendere dai ragazzi 94' del Poggio, passati in vantaggio ad inizio ripresa i rosanero si fanno rimontare ed alla fine sciupano pure un calcio di rigore per rimediare almeno un pari. Il River nonostante la sconfitta di misura si qualifica già alle semifinali di giovedì, mentre il Poggio domani dovrà confermare la bella prova odierna contro un Pescara voglioso di riscatto.

Mercoledì 10 settembre

ore 16:00 - Pescara - RC Poggio D. Ulivi - 4-1
Clamorosa sorpresa alo comunale di Zanni, al Pescara servivano 3 gol di scarto per esser sicuro di passare il turno e così è stato, nessuno scampo per i ragazzi angolani troppo svagati in difesa e molli a centrocampo, il primo tempo si è concluso sul 2-1, risultato che avrebbe lo stesso promosso i nerazzurri alle semifinali, nel secondo il Pescara si sctena ed ottiene le altre due marcature necessarie per disputare la semifinale di domani contro il fortissimo Lanciano.
ore 17:30 - Caldora - G. Chieti - 1-1
Alla Cladora basta un pareggio e pareggio ottiene, con molto sudore e fatica però, dopo un brutto primo tempo concluso sull'1-0 per i locali, nel secondo c'è il ritorno dei teatini che pervengono al meritato pareggio, sul finire le speranze di qualificazione degli ospiti si infrangono sulla traversa. Domani i biancazzurri saranno di fronte all'ottimo River 65'.
Giovedì 11 settembre

ore 16:00 - Lanciano - Pescara - 2-1
Il Lanciano vince ma deve recuperare un brillante Pescara che va in vantaggio nel primo tempo su rigore, poi i frentani reagiscono subito e con una punizione dal limite pareggiano. Nel finale di gara gol annullato al Pescara, poi nel secondo tempo i rossoneri fanno valere la maggior esperienza e vanno in vantaggio. Giallo finale, l'arbitro ammonisce due volte lo stesso giocatore rossonero ma non lo espelle, alla fine i biancazzurri decidono di non presentare ricorso e così in finale ci finisce il Lanciano.
ore 17:30 - River 65' - Caldora - 2-4
Clamoroso verdetto della seconda finale, primo tempo con una girandola di occasioni per entrambe le squadre, la Caldora le sfrutta tutte ed il River ne fallisce la gran parte, così il parziale termina con un'incredibile 4-1 per i padroni di casa. Il secondo tempo diventa un'appendice con la Caldora che conduce in porto una inaspettata finale, da sottolineare le straordinarie prestazioni di Vezzani e Di Marco tra i biancazzurri

Venerdì 12

ore 16:00 - River 65' - Pescara - 2-3 (0-1)
Ancora una battutra d'arresto che fa riflettere molto la società teatina, che dopo la prima vittoria proprio contro il Pescara ha inanellato una serie negativa di 3 sconfitte, in svantaggio già nel primo tempo dopo aver anche sbagliato un rigore i rosanero provano a reagire ma alla fine sono i biancazzurri a prevalere con un meritato 3-2.

ore 17:30 - Lanciano - Caldora - 2-1 (0-0)
Dopo uno scialbo primo tempo privo di emozioni la partita si accende nella seconda frazione, al 13' Lanciano in vantaggio grazie ad un facile gol realizzato da Sferrella a pochi passi dalla porta, la Caldora reagisce e subito dopo al 15' è Miccoli a trovare il gol del momentaneo pareggio che svanisce un minuto dopo quando un'errato disimpegno di Morretti mette l'avanti locale davanti al portiere, troppo facile realizzare il 2-1. A quel punto la Caldora si riversa in avanti, ma riesce a creare solo mischie ed alla fine i frentani riescono a portare a termine il vantaggio conquistare il trofeo Cupido. Alla Caldora resta la soddisfazione di aver lottato alla pari con il Lanciano che disputerà il campionato nazionale allievi ed essere arrivata con merito davanti a società del calibro di Pescara, River, G. Chieti e RC Poggio Degli Ulivi.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Mister, abbiamo visto un ottimo torneo Limonta, con la Caldora che è stata sicuramente tra le maggiori protagoniste del torneo e ovviamente tra le più forti. Mi puoi dare una tua valutazione su tutte le squadre che hanno preso parte al torneo mi riferisco a Renato Curi Villa Raspa Dannunzio e Montesilvano AP, dato che sono le società che fanno parte dell'Abruzzo e del nostro campionato.

Unknown ha detto...

Da quello che è emerso nel torneo non si può dare un giudizio definitivo su molte squadre, la RC Angolana con i ragazzi presi dal Pescara, Villa Raspa, Caldora, River, etc sicuramente parte come favorita d'obbligo e lo ha dimostrato; il Sambuceto è apparsa una squadra molto fisica e con ampi margini di miglioramento, ma anche molto inesperta; il Penne si è presentato incerottato e con 4 ragazzi 97', ciò nonostante ha conteso fino alla fine la qualificazione alla Flacco, lasciando presagire la sua presenza finale nella top 5; la Flacco non ha destato molta impressione, ma i dirigenti sono sempre a caccia di rinforzi dalle altre squadre, quindi alla fine come sempre riuscirà ad attrezzare una squadra competitiva; il Villa Raspa è ancora "work in progress", era alle prime partite e senza preparazione, quindi non poteva fare molto di più ma per mister Giordano ci sarà tanto lavoro da fare; infine abbiamo visto una grande AP Montesilvano, molto fisica ed esperta, giocare alla pari con squadre come Caldora e D'Annunzio, quest'ultima dimostratasi ancora una volta grandissima squadra ed eliminata solo per differenza gol. La Caldora non nasconde l'obiettivo delle finali regionali, ma c'è ancora molto da lavorare sia fisicamente che tatticamente, per una squadra rinnovata per 6/11.