lunedì 21 febbraio 2011

CAMPIONATI NAZIONALI

GIOVANISSIMI Girone F: 
Sorrento-Atletico Roma 2-1; Nocerina-Aversa Normanna 1-0; Latina-Celano 0-0; Frosinone-Pescara2-1; Pomezia-Giulianova 5-1; Napoli-Isola Liri 5-0; Juve Stabia-Paganese 3-3. Riposa L'Aquila.
Classifica: Frosinone 57; Napoli 53; Atletico Roma 48; Juve Stabia 39; Pescara 36; Aversa Normanna 32; Sorrento 30; Nocerina 28; Isola Liri 25; Giulianova 20; Pomezia, Celano 18; Paganese 16; Latina 15; L'Aquila 2.



ALLIEVI Girone F
Gubbio-Ascoli 0-5; Roma-Atletico Roma 2-2; Giulianova-Foligno 0-1; Fano -L'Aquila 1-0;  Pescara-Pomezia 4-1; Celano Olimpia-Ternana 1-4Riposa Lazio.
Classifica: Roma 47; Ascoli 40; Pescara 37; Foligno 36; Lazio 33; Giulianova 26; Fano 24; Atletico Roma 21; Pomezia 16; L'Aquila 13; Celano Olimpia 11; Ternana 10; Gubbio 7.

ALLIEVI Girone G
Paganese-Benevento 2-1; Avellino-Cavese 1-2; Juve Stabia-Frosinone 2-1; Aversa Normanna-Latina 2-0; Isola Liri-Nocerina 0-4; Virtus Lanciano-Sorrento 2-2Riposa Napoli.
Classifica: Napoli 45; Sorrento 35; Cavese 32; Nocerina 31; Aversa Normanna, Frosinone 27; Virtus Lanciano 25; Juve Stabia 24; Latina 18; Avellino 16; Isola Liri 13; Benevento 12; Paganese 11.




13 commenti:

Anonimo ha detto...

Buongiorno
Vorrei invitare mister Colaiocco
ad aprire una discussione seria
sul Blog
sulle motivazioni per cui in Italia
non crescono piu' Validi Calciatori
Quelli che ci sono( secondo me ) sono all'incirca tutti dello stesso livello... Medio/Basso

Anonimo ha detto...

Aria nuova nel Pescara...
Coordinatore Settore Giovanile Sign. Ferdinando Ruffini, che ricopre anche la carica di Responsabile degli Osservatori.
Secondo il mio parere è la base per il cambiamento...

Unknown ha detto...

Ti rispondo subito, caro lettore tu immagini quanto tempo passa un ragazzo brasiliano, argentino, africano, oppure slavo con pallone sotto il piede a giocare a calcio? immagini quanta libertà di giocare in strada, nel parco o in spiaggia hanno? bene. Ora raffrontalo ad un ragazzo che fa il settore giovanile nell'Ascoli (per esempio), facciamo finta che i ragazzi stranieri non vanno nemmeno a scuola per andare a giocare a calcio, confrontiamolo con i nostri 4 allenamenti a settimana, per 2 ore + un'oretta di partita (per chi gioca), bene, il risultato è un'abisso di differenza, ora inseriamo anche la seconda variabile, il ragazzo axtracomunitario ha fame, vive col sogno di uscire dal suo paese, di migliorare la vita mediocre che fa e l'unica strada è FARSI STRADA con cattiveria, abnegazione e sacrificio, paragoniamolo al nostro ragazzo italiano, a casa non manca nulla, tra coccole della mamma, PSP ultima generazione, cibo di prima qualità, vestiti alla moda... forse pure la macchinuccia, poi se ha il raffreddore la mamma lo tiene una settimana a casa, se fa tre colpi di tosse lo tiene un mese, se ha la febbre lo porta al pronto soccorso! Ora in Italia puoi sperare di trovare un ragazzo di alto livello? forse in campania, in puglia, nelle borgate romane, etc. per il resto di cosa vogliamo parlare? lascia perdere proprio.

Anonimo ha detto...

Mister sono daccordo con te, qui i genitori tengono i figli sotto una campana di vetro gli fanno anche la borsa. Allucinante

Anonimo ha detto...

Per quanto riguarda il problema sociologico sono d'accordo, infatti anche neglia altri settori e' piu' o meno cosi'.
Io intendevo a livello tecnico, infatti il pararagone con i ragazzi che giocano per strada e' calzante li si impara molto da soli specie nel controllo della palla.
Vorrei invece analizzare l'impronta fisico atletica che viene data come impostazione predominante a livello giovanile, mi spiego;
vengono privilegiati i ragazzi con il fisico
e quelli che corrono molto, Quante societa Hanno un preparatore di tecnica individuale?
Tutto questo si ripercuote su tutto il sistema calcistico.
Se lei ci fa caso,e sono sicuro di si' perche e' un attento osservatore,tutti i terzini e tutti i cenrocampisti di fascia , mediamente, sia in serie A ed anche nelle categorie inferiori, sono Simili. Giocano tutti nella stessa maniera, sembrano dei CLONI.
Senza poi parlare della assoluta mancanza di centrocampisti centrali dai piedi decenti.Si possono contare sulle dita della mano.
Secondo lei nel Parma,che ha problemi di classifica, Quante partite giochera' Giovinco?
vedra che verra sacrificato per far posto ad un calciatore piu' atletico. Scommettiamo?
Con questo vorei dire che c'e una responsabilita' anche da parte delle societa' e dei tecnici, che devono Sfornare il pane che vuole il mercato,
per essere piu' chiari la stragrande maggioranza delle squadre di serie A|B|C ecc...
gioca un sistema basato sulla corsa e sulla forza fisica Il calcio italiano sta assomigliando sempre piu' al RUGBY.
Non mi si venga a dire che il calcio oggi e' cosi'
Giocatori BARCELLONA FC
Messi 169 cm,Pedro169 cm,Xavi 170 cm,Iniesta 170 cm, Alves 173 cm,Mascherano 174 cm,Villa 175 cm,Maxwell 177 cm , Puyuol 178 cm,Abidal 186 cm,Busquets 189 cm,Pique 192 cm per ultimo Valdes 183 cm.
Senza gurdare le tabelle , mediamente una squadra che gioca in un campionato Allievi HA UNA ALTEZZA MEDIA MAGGIORE di qella del Barcellona.... PERCHE?
Perche sacrificare ragazzi che hanno talento
privilegiando solo doti fisiche, non posso credere che in Italia non ci siano attaccanti che facciano piu Goals di KOZAK, o BOGDANI
Non mi si venga a dire che gli spagnoli hanno una cultura sociale diversa dagli italiani.
E' UNA QUESTIONE DI MENTALITA? ( O Di Soldi?)
IL RISULTATO SI OTTIENE ATTRAVERSO IL BEL GIOCO.
IL BEL GIOCO SI OTTIENE COLTIVANDO LA MATERIA PRIMA ' e cioe' i calciatori
Si ricordi che la Nazionale Italiana che HA espresso il miglio calcio e Quella del 78
Che pero' non ha vinto, IL milan di sacchi aveva gicatori di gran classe, la juve non aveva nessuno che non sapesse calciare o stoppare la palla ( come oggi)

Si vince con calciatori degni di questo nome
ed e' dalla base che si costruisce , quindi voi tecnici, fate un po' di autocritica e vedete cosa si puo' fare per cambiare mentalita' e cultura calcistica, altrimenti saremo destinati a scomparire nel panorama calcistico Europeo e Mondiale
PS
questo e semplicemente il mio pensiero un contibuto ad una discussione serena e piacevole
ed e'indirizzato al tutto il sistema
Non tutti i Tecnici non sono Bravi Preparatori.
Niente di personale.

Anonimo ha detto...

E Bravo Mister...
La colpa e' sempre degli altri
di questi Genitori TUTTI RINCO...(abbreviazione di un termine poco piacevole)
Di questi genitori che non fanno giocare i propri figli .
Ma dove sono <GLI SPAZI?
I campi di calcio sono tutti E dico tutti assegnati alle societa, non e possibile usufruirne se non iscrivendo i figli ad una scuola calcio ...PAGANDO...
Le piazzette sono vietate perche disturbano la Quiete ed i commercianti,Le poche aree che c'erano sono diventate parcheggi.( anche nei comuni piu' piccoli)
MISTER... mi dice dove e che i ragazzi potrebbero giocare per strada?
I ragazzi non vanno bene a scuola
LA colpa e' dei Genitori
I ragazzi non vanno a messa
La colpa e dei genitori
I ragazzi non trovano lavoro...
La colpa naturalmente e' dei genitori,
ecc.. ecc.. ecc..
Sempre colpa dei genitori.
Evidentemente i genitori Di altri paesi del mondo sono piu' Bravi .
Rammento che il Brasile Ha una popolazione di 350mil. di abitanti, ed E'tra le prime 10 nazioni al mondo come pil, e tra le prime 4 come crescita di PIL. Altro che fame... Tra poco loro... mangiano noi.
E tutto il sistema che e' sbagliato ( in ITALIA ) a partire dalla scuola, dal lavoro,e dalla ricerca
IL CALCIO SI ADEGUA

SEMPRE E COMUNQUE COLPA DEI GENITORI:::::::::
Gia'... chissa' chi e che sta' tenendo in piedi Questo paese
Di certo non i genitori, che non fanno altro che pensare a non far ammalare i propri Figli
SUVVIA...
Cerchiamo di essere Onesti.
Ogni genitore sensato, fa cio' che ritiene piu' giusto Per la crescita dei propri figli,
Non e' loro la colpa se il calcio Italiano non riesce ad esprimere TALENTI.

Unknown ha detto...

Il problema può essere sicuramente individuato nella società odierna, i genitori sono solo una componente, le amministrazioni che non danno spazi liberi ne sono un'altra, la poca sicurezza per le strade un'altro ancora, la scuola che considera l'attività motoria come una perdita di tempo (ed io insegno E.F. nella scuola) un'altra, ma questa è la società italiana forse ci dobbiamo solo prendere pregi e difetti.
Per quanto riguarda la deriva fisico-atletica del calcio italiano posso solo dire che questa è la strada tracciata dal nostro movimento, sarà sicuramente sbagliato ma non allinearsi vorrebbe dire andare incontro a sicuri insuccessi, e chi se lo potrebbe permettere? Vabbè ma questo è un discorso lungo magari ne parliamo in altra occasione.

Anonimo ha detto...

Bene...
Vedo che grosso modo concorda con le mie considerazioni, in maniera molto pragmatica, si prende atto della situazione.
Certo che bisogna adeguarsi per non morire,
E una regola fondamentale per la sopravvivenza.
Ma...
non ci si lamenti se poi le squadre italiane ,in particolare la Nazionale,
perdono il confronto a livello Europeo e Mondiale.
Il lavoro che svolgete voi tecnici delle piccole societa'... E' ENCOMIABILE, e su questo non ci piove,....Pero' una preparazione maggiore sulla Tecnica individuale ( e non sacrificate chi ha piedi buoni impiegandoli in ruoli non adatti)dovete sforzarvi a farlo.

Con lei si discute bene
Salute e Grazie

Anonimo ha detto...

Nelle Società Dilettantistiche è gia tanto se trovi un mezzo preparatore atletico, figuriamoci nel pretendere un preparatore tecnico che si occupi dei singoli o del gruppo.
Tutto viene demandato al cosiddetto Mr e a dir la verità su dieci forse ne trovi uno che capisce il calcio giovanile a fondo.
Questi Mr criticano quelli più bravi che svilluppano esercizi tecno/tattici quotidianamente con: "questo lo fa per mettersi in mostra per far vedere che ci capisce"
Mou arrivò all'inter, i giocatori dopo due mesi non avevano mai ripetuto lo stesso esercizio...
Sui campi di cui prima, dopo due mesi i ragazzi hanno le scatole piene per la ripetitività degli allenamenti... sempre uguali. dove si chiede solo di pedalare per aumentare la forza fisica e basta!
Alla domenica, se l'avversario si è allenato come te (nella maggioranza dei casi)e sei più forte/cattivo, puoi vincere... ma se ti capita una squadra tecnica che gioca palla puoi solo perdere, anche se hanno due anni di meno!

Unknown ha detto...

sono d'accordo con la disamina sopra, ma forse parli di quando incontriamo squadre straniere? tipo questa sera l'inter contro van gaal! perchè in Italia per trovare una squadra che pensa solo a giocare devi girare con il lanternino.

Anonimo ha detto...

Ottimo commento 20,06
ha centrato in pieno il problema
Scarsa cultura, scarsa preparazione, allenatori da bar sport,arroganza, e come descritto dal mister sul ultima partita disputata dalla sua squadra a Lanciano,assoluta mancanza di serieta da parte di chi dovrebbe Gestire il Movimento
Quello stesso movimento che poi impartisce le linee guida su cui poter lavorare.
Assoluta Incompetenza
Ma...
secondo me e' troppo semplice dire mi adeguo al sistema, c'e' assoluto bisogno di cambiarlo questo sistema, e si cambia solo se lo si vuole.
per natura l'uomo e' sempre andato alla ricerca di nuovi spazi (per sopravvivere e per costrizione ) altrimenti si sarebbe estinto.
Siete voi tecnici ed addetti al settore giovanile che , se tenete a cuore questo movimento, dovete lottare e cercare di far capire che cosi' il calcio italiano muore
e che il calcio giovanile , per la stragrande maggioranza dei ragazzi,DEVE ESSERE UNO SPORT
POi chi ha Talento e/o fortuna, Intraprendera' la carriera da calciatore.
PS
mister, come puo' notare se si discute in maniera civile, ognuno puo' esprimere le proprie idee.

Anonimo ha detto...

Gazzetta dello Sport ... di oggi
10 pagine,con relativa massiccia pubblicita'
per raccontare di una partita persa, che credo quasi tutti i lettori hanno gia' visto in TV.
Poi qualche pagina dopo,"Il Napoli rinuncia a tre titolari" importantissimi per cercare di raggiungere la qualificazione.
Ma quando, nel turno precedente, si erano qualificati negli ultimi minuti,non ci fu' un osannamento da parte di tutto lo stadio e di tutta la stampa?
E ancora, Torneo di Viareggio:
il Milan pareggia con una squadra Giapponese
La Juventus perde...

Secondo me e da qui' che bisogna partire per analizzare i mali del calcio italiano nella sua totalita'.
3 squadre Top sconfitte in Champions
1 squadra che rinuncia a giocarsela ad armi pari
2 squadre top giovanili ridicolizzate ed umiliate

Troppe Squadre Professionistiche, di conseguenza troppi calciatori mediocri che abbassano il livello tecnico.

Settore Dilettantistico allo sbando totale.

Settore Giovanile SCOLASTICO che basa la sua organizzazione senza tenere conto degli impegni scolastici dei ragazzi, PER QUESTO MOLTI GENITORI NON MANDANO I FIGLI A GIOCARE,
im particolare nelle trasferte.

Dirigenti Federali che che si preoccupano solo di FARSI SPOLVERARE,ogni tanto, LA PROPRIA POLTRONA, da gente incompetente e che mira solo a salvagurdare i propri interessi, tra questi soggetti spicca L'ASSOCIAZIONE CALCIATORI

Di che cosa vogliamo discutere...

Chi ama il calcio... E' SCONFITTO IN PARTENZA.

Comunque complimenti
Bella discussione.

Anonimo ha detto...

Ho avuto la possibilità in diverse occasioni e in luoghi diversi, di seguire gli allenamenti dei giovani in alcune Società di A e B.
Inutile sottolineare che tra queste e le dilettantistiche, c'è un vero e proprio abisso.
Per superare questa differenza, si dovrebbe tagliare di brutto dopo la Scuola Calcio (inutile continuare ad illudere chi non farà nemmeno la terza categoria), eliminando i campionati sperimentali per dedicarsi completamente alla preparazione tecno/tattica per i giovanissimi aggiungendo la preparazione atletica per gli allievi.
Al posto dei due Mr sperimentali, un preparatore tecnico (qualificato) e un preparatore atletico (laureato).
Campionato parallelo (stesse squadre) per le riserve da disputarsi in allenamento a meta settimana.