sabato 25 giugno 2011

GASPERINI ALL'INTER, UFFICIALE: IL CALCIO ITALIANO E' MORTO!














Nessun quotidiano ce lo dice, perchè loro mangiano dallo stesso piatto e non converrebbe a nessuno disilludere appassionati, spettatori e lettori, ma oggi noi che non viviamo di calcio ma mangiamo del nostro lavoro siamo costretti a constatare che dopo un'agonia 5 di anni finalmente è arrivata la certificazione ufficiale del decesso del calcio italiano, lo stesso che negli anni 80', 90' ed inizio millennio vinceva coppe UEFA, coppe Coppe, Supercoppe, Champions e Mondiali di calcio. Due anni fa sembrava ci fosse una ripresa del malato, un'inversione di tendenza con il mago del calcio, lo Special One Josè Mourinho all'Inter, ma evidentemente era la classica migliorìa prima della morte. Oggi i migliori tecnici italiani sono fuggiti all'estero a gambe levate, quelli internazionali di un certo livello si guardano bene dal venire a tuffarsi nella palude italiana, questi sono dati indiscutibili. Ricordo quando ero piccolo ed il Milan ingaggiò Arrigo Sacchi, c'era un ritornello nei cabaret "SA CHI E' SACCHI? LEI SACCHI SA CHI E'?" ma poi il buon Arrigo portò idee e vittorie ai rossoneri, oggi il calcio italiano invece è diventato un vero remake della CORRIDA del mitico CORRADO, il Milan ha vinto con l'ottimo Massimiliano Allegri venuto dal nulla ed esonerato anche dal Cagliari, la Juve è passata dall'Oronzo Canà del nuovo millennio Delneri all'ottimo capitan Conte, che finora ha allenato in serie B, la Roma ha messo in fila il più perdente di tutti i tempi Ranieri, poi l'aereoplanino Montella che faceva i Giovanissimi nazionali della giallorossa ed infine dopo tanti rifiuti è arrivato mister nessuno, l'ottimo Luis Enrique, al primo incarico di un certo prestigio, ma ora devastante come uno tsunami successivo ad un terremoto è arrivata la fuga dall'Inter finanche del mediocre Leonardo, succeduta da una seria impressionante di NO ricevuti da Massimo Moratti, alla fine per non rimanere senza un tesserato che guidasse la squadra è riuscito ad avere l'ok di.... Giampiero Gasperini, tecnico fresco di esonero del Genoa. In fondo quando il fratello buono a nulla getta fango, in tutti i modi, su tutti i fratelli, per essere lui il prediletto finisce che il fango travolge l'intera famiglia, mandandola in rovina. L'annuncio di Gasperini all'Inter, campione del mondo in carica, è sicuramente il timbro e la firma in calce al certificato di morte del campionato italiano, forse un giorno rinasceremo e saremo ancora i padroni del calcio europeo, per ora possiamo stare solo alla finestra, anzi potremo stare davanti Sky per vedere gli altri splendidi campionati, con i migliori talenti ed i migliori allenatori del mondo. Per fortuna degli abruzzesi il Pescara è andato controcorrente affidando la panchina ad uno dei pochi che pensano prima al pubblico e dopo al proprio tornaconto.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

L'Inter ha fatto solo una fesseria: fargli un contratto di un solo anno! Così ha fatto capire che aspetta solo che qualcun altro (Capello?) si liberi e Gasperini si faccia da parte...
Non tifo Inter ma penso che se avessero preso "DAVVERO" Gasperini per costruire un progetto sarebbe davvero cambiato qualcosa, ma non credo che sia così, non si è neanche potuto scegliere preparatore atletico e dei portieri...
una battuta: come si farà capire all'inter, Gasperini parla Italiano!
Ciao e W il calcio.

P.S. da sportivo neroverde amante del calcio: FORZA ZEMAN!!!

morenocolaiocco ha detto...

Non metto in dubbio le qualità e le capacità di gente come Gasperini, ma anche di Conte, Giampaolo e Allegri, se fossero andati al mio Genoa sarei stato felicissimo, ma ragazzi il calcio europeo e la champions sono un'altra storia!

piero ha detto...

Che il calcio italiano si sia livellato verso il basso è un fatto conclamato e cmq non pensate che all'estero siano tutte rose e fiori!Gasperini è l'unico che ha accettato la panchina dell'inter perchè nell'ambiente tutti sanno che dal 2012 arriverà Guardiola!

morenocolaiocco ha detto...

Nel 2012 ho sentito che avverranno diverse cose, Guardiola all'Inter, la fine del mondo, etc. tutto può essere, anche perchè oggi va molto di moda terminare la carriera in campionati di quart'ordine, quatar, emirati arabi, USA, etc. ma di solito va chi non ha più nulla da dire nel grande calcio, Maradona, Cannavaro&co. mentre Pep oggi è al top, ma alla fine come detto, tutto può essere!