giovedì 25 agosto 2016

NOVITA' REGOLAMENTARI



Dopo la Serie A stanno per ripartire tutti i campionati, ma in questa stagione 2016/17 calciatori, allenatori, ma soprattutto arbitri dovranno fare attenzione alle novità regolamentari per non incorrere in errori: le più rilevanti sono quelle che riguardano le riprese di gioco, i falli di mano, i calci di rigore e la tripla sanzione.

Non ci sarà più l’ammonizione per il calciatore che interrompe un passaggio fra compagni o un autopassaggio. Resteranno le ammonizioni per i tiri in porta a gioco fermo, per le azioni promettenti che vengono interrotte. Quanto alla tripla sanzione, la novità sta nel fatto che quando un calciatore cerca di giocare il pallone in modo leale (ad esempio il portiere che esce per prendere la palla) allora ci sarà il calcio di rigore ma non più l’espulsione. Oltre il rigore, anche cartellino giallo che, di fatto, evita anche la squalifica automatica per il turno successivo.

Tra le altre novità, le modifiche al regolamento prevedono che il gioco sia interrotto solo se c’è un’interferenza fatta da un dirigente, un calciatore di riserva, uno sostituito o espulso e il gioco riprende con un calcio di punizione diretto o un rigore, mentre se c’è una persona estranea, il gioco riprende con una rimessa dell’arbitro.

La novità più visibile sarà sicuramente la quella contenuta nella regola 8, sull’inizio e la ripresa del gioco, che dice che su calcio d’inizio il pallone può essere calciato in qualsiasi direzione.

Tra le varie cose se un calciatore esce dal terreno di gioco nella dinamica dell’azione e commette un’infrazione contro un altro calciatore, il gioco viene ripreso con un calcio di punizione eseguito dal punto più vicino della linea perimetrale a dove è avvenuta l’infrazione (se tale punto è nell’area di rigore del colpevole sarà assegnato un calcio di rigore per infrazioni punibili con un calcio di punizione diretto). Una curiosità: il calciatore che perde accidentalmente scarpe o parastinchi può giocare fino alla prima interruzione.

FONTE: TUTTOCAMPO.IT
Posta un commento