venerdì 12 giugno 2015

WHERE'S BALOTELLI?

Non è passato nemmeno un anno eppure sembra un lustro da quando giornalisti supini ed incompetenti scrivevano fiumi d'inchiostro dispensando incenso sul nuovo Dio d'Italia, SUPER-MARIO-BALOTELLI, caduto dal cielo per salvare il popolo del Belpaese da una deriva calcistica inarrestabile. Sarebbe stato lui a condurci per mano in un mondiale indimenticabile, sarebbe stato lui a riscattare il mondiale insoddisfacente nel 2010. I ragazzi, tutti pronti da tempo, con le creste, con gli atteggiamenti, con le esultanze, con le immagini del profilo, già tutti pronti per l'esibizione del nuovo Dio d'Italia, quello che una solo fortunata coincidenza ha fatto si che potesse essere cittadino italiano. Purtroppo il tempo, come al solito galant'uomo, ci ha fornito i suoi insindacabili responsi, l'Italia in mano a Cassano e Balotelli è stata la barzelletta più grande del calcio mondiale e, forse, Balotelli è stato il giocatore più inutile ed ininfluente che abbia mai indossato la maglia azzurra in un mondiale di calcio (e di pip player ce ne sono stati eh!). Non mi vanto di aver saputo sin dall'inizio la reale consistenza del personaggio perchè, per uno che ha predicato sempre umiltà, spirito di sacrificio, rispetto delle regole e dei compagni, come verbo per i ragazzi del settore giovanile, privilegiando sempre il gruppo rispetto al singolo, era fin troppo facile conoscere il finale di questa storia. Il finale si può tranquillamente racchiudere in questa esilarante storia:
Il Milan al termine del mondiale in pratica ha fatto l'affare del secolo sbolognando a Liverpool un bel pacco da 20 milioni di euro, con gli esiti che tutti conoscono,
del suo flop se ne sono accorti anche in Irlanda, per la precisione a Dublino. Il Cabinteely FC, club di una contea del sud della capitale irlandese che milita nella Prima Divisione, ultimo in classifica ed in attesa di un importantissimo scontro salvezza, ha preso di mira su Twitter il povero Balotelli, prendendolo in giro, con ironico messaggio, per i numeri impietosi dell'ultima stagione appena trascorsa. In confronto agli sterili attaccanti del Cabinteely, SuperMario ne esce con le ossa rotte e così gli irlandesi twittano sul social "Stop calling us, stop texting us , we don't need you for our game on Friday versus " "che la smetta, dunque di contattare il club irlandese, loro non hanno bisogno di lui per il match di venerdì prossimo contro l'Athlone Town FC ..."
Insomma tanto tuonò che piovve, Mario è davvero Supermario, in comicità ed allora grazie, facci ridere ancora!
Posta un commento