giovedì 9 ottobre 2014

CAMPIONATI SPERIMENTALI - PERCHE' SI, PERCHE' NO


La Figc ha reso noto oggi i calendari e i gironi dei campionati sperimentali, dopo la debacle della scorsa stagione, quando la federazione dovette inventarsi un post-torneo per compensare l'esiguo numero di squadre iscritte, quest'anno le partecipanti sono tornate a crescere e le iscritte sono 13 negli allievi e 15 nei giovanissimi. Questa la situazione:

ALLIEVI


BACIGALUPO - GIOVANILE CHIETI



MAGLIANO - PENNE



POGGIO ULIVI - L´AQUILA



RIVER CASALE - FRANCAVILLA



SAN GREGORIO - D´ANNUNZIO



VIRTUS VASTO - MARSICA



RIPOSA: ORATORIANA



GIOVANISSIMI



D´ANNUNZIO - VIRTUS LANCIANO A



FRANCAVILLA - AVEZZANO



G. CHIETI - RIVER CASALE



GRIFONI AQ - D. FLACCO



L´AQUILA - ATESSA VALDISANGRO



T.A. CEPAGATTI - MARCONI



LANCIANO B - POGGIO DEGLI ULIVI



RIPOSA: MARSICA



PERCHE' SI:
I ragazzi delle società più grandi d'Abruzzo hanno diritto a partecipare ad un vero e proprio campionato, con un titolo in palio, affrontando ragazzi coetanei, senza dover aspettare che un ragazzo del secondo anno della propria categoria sia squalificato o impossibilitato a partecipare alla gara per poter giocare nel campionato regionale, infatti, nella maggioranza dei casi, gli allenatori preferiscono schierare un ragazzo 98 al posto di un 99, un 2000 al posto di un 2001.

PERCHE' NO: 
Il campionato è falsato dalla difficoltà che hanno alcune società a schierare sempre la miglior formazione, affrontare trasferte lunghissime all'interno della regione, peraltro in giorni feriali, comporta talvolta una riduzione della rosa all'essenziale e talvolta anche sconfitte a tavolino. Le squadre sperimentali sono di solito sottoposte alle esigenze della squadra regionale e quindi i migliori giocano nel weekend, gli "altri" il lunedì, non sempre i ragazzi si sentono motivati e quindi, soprattutto se si tratta di una lunga trasferta, tendono ad accampare scuse per non giocare, di conseguenza non sempre si affrontano squadre all'altezza della situazione e la partita diventa un tiro al bersaglio.
Posta un commento